Da private banker a blogger di ‘My Free Choice’. Da blogger di successo a top influencer. Da top influencer (una delle prime in Italia) a imprenditrice. La milanese Erika Boldrin non si ferma. Pochi mesi fa ha lanciato Honieh, il suo neobrand di cosmesi green. Un perfetto e promettente piano B, nel caso in cui l’era d’oro degli influencer venisse a concludersi più presto del previsto.

 

Photo: Courtesy of Erika Boldrin

Quale percorso (professionale e/o personale) ti ha portato verso il digitale?

Venivo da tutt’altro mondo lavorativo: ho lavorato come private banker. Dieci anni fa ho aperto il mio blog. Da cui poi è nata una professione parallela a quella bancaria. Quattro anni fa, ho deciso di dedicarmi a quella, a tempo pieno.

Da blogger (My Free Choice) sei rapidamente diventata una fashion influencer molto corteggiata dai brand e dalla case di moda, con tanto di 466K follower su instagram. Come ti spieghi questo tuo successo?

Credo che il mio successo sia dovuto al fatto che il mio stile sia molto pulito ma, allo stesso tempo, diverso da ciò che la maggior parte delle influencer propone. Sicuramente anche il fatto di essere stata una delle prime mi ha aiutato tanto.

 

Photo: Instagram @Erika_Boldrin

A differenza di molti tuoi colleghi/competitor che vivono chiaramente 24/24 sui social e in particolare su instagram, i tuoi post e/o le tue stories sono decisamente più professionali che personali. Trattasi di una scelta personale o strategica per non fare come tutti?

Come spiegavo prima, cerco di distinguermi proponendo qualcosa di diverso. Devo ammettere che mi piacerebbe parlare di più nelle stories, ma non sono ancora riuscita a superare la timidezza al 100%.

Quando, come te, si decide di metterci la faccia- se non al quotidiano ma spesso- per lavoro, si riesce a mantenere tuttavia una certa privacy nel quotidiano?

Si, penso che basti porsi dei limiti riguardanti ciò che si vuole condividere della propria vita. 

La tua immagine è molto ricercata. Il tuo stile è minimal chic. Prendi la posa come una modella professionista. I tuoi post sembrano veri e propri servizi fotografici da rivista pattinata. Quanto lavoro c’è dietro?

C’è molto lavoro di ricerca, e soprattutto, specialmente a Milano, non è facile trovare location sempre diverse. Invece per quando riguarda lo scatto in sè, rispetto a qualche anno fa in cui volevo delle foto sempre perfette e scattate con la macchina fotografica, adesso spesso scatto le foto anche con il telefono.

Photo: Instagram @Erika_Boldrin

Di recente hai lanciato, Honieh, il tuo brand di cosmesi green dotato di certificazione AIAB. Ci racconti di questo nuovo capitolo della tua carriera?

Da circa tre anni sono vegana e cerco di stare attenta a quello che mangio e ai prodotti che uso.
In Italia facevo fatica a trovare prodotti belli e, allo stesso tempo, naturali; quindi ho pensato che potesse essere il mio piano B lanciare una mia linea. Avendo un profilo fortemente dedicato alla moda, forse sarebbe stato più facile lanciare un brand di moda. Ma, anche in questo, ho voluto distinguermi rispetto alle altre :).

 

Photo: Courtesy of Erika Boldrin

Ci spieghi perché hai scelto il settore della cosmesi, ormai molto gettonato e affollato da celebrities e personaggi dello spettacolo piuttosto che quello della moda al quale appartieni da anni ormai?

In realtà penso che il settore moda sia molto più affollato, specialmente dalle altre influencer. Il settore skin care, invece, e soprattutto quello skin care naturale è poco affollato.

Photo: Courtesy of Erika Boldrin

Che tipo di strategia di comunicazione hai in mente per promuovere il tuo brand?

Sicuramente sfrutteremo Instagram per cercare di creare una community di persone affezionate al brand. E poi useremo i canali tradizionali. Avendo lanciato da poco più di due mesi il brand, stiamo lavorando proprio adesso nel definire una strategia a lungo termine.

Photo: Instagram @Erika_Boldrin

Quanto credi che sarà determinante la grande community che ti segue sul tuo account personale nella sua crescita?

Per ora è stata molto determinante. Ma in futuro, vorrei che il brand camminasse con le sue gambe e non grazie alla mia comunicazione.

Photo: Courtesy of Erika Boldrin

Hai fatto la scelta strategica della lingua inglese per il sito (honiehbeauty.com) e l’account instagram (@honiehbeauty). Ne deduco che guardi già oltre i confini e che il tuo obiettivo è di sedurre un target internazionale?

Assolutamente si, sarebbe troppo limitante lanciare un progetto imprenditoriale sul web e limitarlo alla sola Italia; tra l’altro, al momento ci sono mercati molto più pronti dell’Italia nel settore skin care naturale.

Photo: Instagram @HoniehBeauty

Se oggi gli influencer hanno il vento in poppa, che ne sarà di loro domani? Nessuno lo sa. Mal che vada, con Honieh, hai una perfetta riconversione. Non credi?

Infatti, Honieh è il mio piano B e spero che sia il mio futuro.

5 account instagram che ci consigli di seguire…

@freeda

@musa.digital

@whowhatwear

@siduations

@goop

e @honiehbeauty !

 

Vuoi leggere più articoli come questo? 

Iscriviti alla nostra Newsletter. 

 

 

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GET IN TOUCH

MAIL
info@pignacolada.com

TEMPORARY OFFICE
ACQUA SU MARTE
Via Alessandria, 3, 20144 Milano (MI)

GET THE NEWSLETTER

RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITÀ DEL MONDO PIGNACOLADA

PIGNACOLADA
di Gloria Formenti P.IVA: 9019220962