Matteo Balza è il direttore creativo – e uno dei fondatori – di Sort of Looser, un brand di abbigliamento che combina disegni da paura a modelli in stile “surfista alle Hawaii”. Ma anche un’idea e una visione. Un brand che rappresenta un modo di affrontare la vita di ogni giorno e di rapportarsi con la società. Sort of Looser nasce nel 2012, a Genova, quando quattro amici decidono di trasformare il loro luogo di ritrovo in un’officina creativa e di testare il loro talento sul mercato. Oggi sono però Antonio e Matteo a tenere le redini del brand. Antonio come direttore commerciale e mente economica del brand e Matteo come ideatore della brand identity, della collezione e della comunicazione. Matteo Balza è anche l’Art director di Pignacolada.

3 parole per descriverti:

Curioso / Empirico / Indipendente

3 parole per descrivere Sort of Looser:

Fresco / Esotico / Spensierato

La visione della vita di un Looser:

Per noi “looser” è chi non vive attaccato alle cose.
Chi non esegue ma crea.
Chi vive la vita giorno per giorno.
Per noi questi perdenti sono i ribelli che vivono d’amore, musica e surf.
Coloro che dipingeranno il mondo con i propri sogni.

Matteo-Balza-Sort-of-Looser

L’importanza della creatività per Sort of Looser :

Sort Of Looser basa la sua innovazione nell’identità grafica che riflette la personalità dell’azienda. Puntiamo su prodotti semplici – ma “immortali” – e li rendiamo unici attraverso la nostra personalità. Tutto parte dalla condivisione idee, così nasce la collezione: fatta di tante capsule quanti i temi che vogliamo trattare. Ora nella nostra collezione potete trovare: l’amore e il rispetto per la natura, il cibo, le emoticon e i flash-tatto (il mio ultimo amore).

Come avete venduto le prime magliette?

Proponendoci ai negozi storici della nostra città, che ci hanno subito appoggiato. È andata bene e da qui la pazzia di produrre a Bali 900 t-shirt (ai tempi per noi moltissime) e l’ampliamento della nostra rete di vendita.

Avete un negozio a Santa Margherita Ligure, d’inverno vi troviamo a Courma?

Ahahahahaha. No. Il negozio a Santa Margherita è stato un’occasione, che probabilmente ripeteremo questa estate. Mai dire mai, ma siamo sicuramente più propensi al mare che alla neve.

Sort-of-Looser

Qual è stato il ruolo dei social network nella storia di Sort of Looser?

I social sono stati fondamentali per noi, soprattutto per la creazione della nostra Brand Identity: grazie agli shooting e alle illustrazioni si è creato un immaginario Sort Of Looser. Ad oggi, comunque, il mondo dei social network si è complicato molto e abbiamo deciso di farci affiancare da professionisti del settore proprio per far sì che questa nostra identità non sparisse nel nulla e che, soprattutto, diventasse redditizia.

La tua fonte d’ispirazione:

Le fonti di ispirazioni sono molte: la gente e i loro interessi, le avanguardie artistiche e poi riviste, magazine, fumetti ed editoria indipendente. Vado anche a molte mostre e visito musei di arte contemporanea.

Cos’è per te lo swag?

Ho letto articoli in cui si diceva che in realtà potrebbe significare Secretely We Are Gay, ma per me il significato è quello di avere uno stile ben preciso, non convenzionale e saperlo portare in giro. È avere le palle di essere te stesso, fare quello che ti piace e soprattutto farlo a testa alta.

Sort-of-Looser-2

Ti ricordi il momento esatto in cui avete deciso di creare Sort of Looser?

Eravamo di fronte a quattro cuba libre al Moody di Genova, discutevamo sul nome. Ognuno faceva valere con importanza il proprio apporto come se fosse fondamentale e da buoni genovesi ci siamo messi subito a parlare di soldi. Non siamo giunti a una conclusione, forse tuttora, e abbiamo fatto altri due giri di Cuba Libre.

Cosa consiglieresti a chi è indeciso se lanciare la propria attività o meno?

Se è indeciso, ha già deciso. Chi non ha i peli sullo stomaco per fare l’imprenditore, non avrà mai questa indecisione. Quello che posso consigliare è attendere il momento giusto per lanciare la propria attività, non avere fretta, mettere nero su bianco non solo l’idea, ma i canali di vendita, i possibili clienti e gli eventuali collaboratori del tuo progetto. E che siano realistici!

Ma tu, ‘sto surf, lo sai usare?

Ahahahaha, finalmente sfatiamo il mito.
Io sono un pigro e goffo artista come direbbe Antonio, mio socio in Sort Of Looser nonché amico dall’adolescenza. Ovviamente questo non è vero, ma ho sempre avuto dei problemi con le tavole. Non sono un campione via… Antonio d’ altro canto è molto forte, ha anche una scuola di surf chiamata Roofless. Comunque vi invito a provare: il momento in cui si è in piedi sull’acqua è qualcosa di quasi religioso direi.

I tuoi 5 profili instagram del momento:

@feltzine
@love.watts
@picame
@nowness
@zolloc

Wanna Stalk?

instagram.com/bybalza/

sortoflooser.com

instagram.com/sortoflooser_cloth/

0 Comments

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GET IN TOUCH

MAIL
info@pignacolada.com

TEMPORARY OFFICE
ACQUA SU MARTE
Via Alessandria, 3, 20144 Milano (MI)

GET THE NEWSLETTER

RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITÀ DEL MONDO PIGNACOLADA

PIGNACOLADA
di Gloria Formenti P.IVA: 9019220962